Ho sviluppato un sesto senso…

di Enrico Galoppini

Ieri sera, cambiando rapidamente canale, avevo intravisto, nella scenografia di “Che tempo che fa”, un bancone-acquario pieno di pescetti colorati. Mi sono detto: stai a vedere che salterà fuori chi protesterà veementemente per questa “barbarie”…

Detto, fatto.

Perdincibacco! Sono queste le cose che contano!
Mica che quel programma rincitrullisce milioni di telesudditi con la sua propaganda melensa e moralistica.

Allora ve lo dico io perché hanno messo quell’acquario: per dirvi, sempre più chiaramente, che loro, strapagati, stracoccolati dal potere e praticamente al di là id ogni critica perché loro incarnano “il Bene”, ogni sera che vanno in onda vi prendono a PESCI IN FACCIA.

Sviluppando la ‘metafora ittica’, potremmo anche dire che quei pesci nell’acquario, come i colleghi di Fantozzi nell’ufficio del Megadirettore Galattico, siete voialtri, che anche se vi date tante arie da “ribelli” e “anticonformisti” pendete dalle labbra di questi due e non fate altro che cascare nel loro retino!

Gli articoli de Il Discrimine possono essere ripubblicati, integralmente e senza modifiche (compreso il titolo), citando la fonte originale.

There is 1 comment for this article
  1. Franco at 5:41 pm

    ma non solo,e sentire saviano che ci indottrina ? che mancano un milione e mezzo di bambini? (il che vuol dire 2 cose o servono gli immigrati o gli italiani proprio non riescono più fare figli) e la controparte politica che crea il contradditorio dove era? ah già saviano non è un politico quindi non serve il bilanciamento come non fa politica fazio…….. ho l’impressione di propaganda ed indottrinamento come nelle pubblicità nei manifesti eccc. ….. insomma ci stanno educando?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*